Termini CPA: CPC, CPM, EPC, CR, CPL, CPO nel marketing di affiliazione semplificati

1 Maggio 2020
1 Maggio 2020 Diego_admin

Termini CPA: CPC, CPM, EPC, CR, CPL, CPO nel marketing di affiliazione semplificati


In questo articolo imparerai cosa significano i termini di affiliazione CPC, CPM, EPC, CR, CPL, CPO e quanto sono diversi gli uni dagli altri.

Nel marketing di affiliazione, come in qualsiasi altro settore professionale, ci sono termini specifici ed espressioni gergali. Sono attivamente utilizzati dai webmaster stessi e si possono trovare frequentemente in case study, articoli e recensioni; facilitano l’interazione degli specialisti. Pertanto, è fondamentale conoscerli e capirli correttamente.

Più frequentemente, i nuovi affiliati scelgono i programmi di affiliazione con il modello di prezzo CPA (costo per azione). In questo caso, è necessario acquisire un potenziale cliente e incoraggiarlo a compiere una determinata azione (per acquistare un prodotto, ordinare un servizio, installare un gioco, ecc.) Per fare soldi. Può sembrare semplice, ma quando si sceglie questo modello operativo, un nuovo arrivato incontra improvvisamente una varietà di abbreviazioni sconosciute: CPM, CPC, EPC, CR, ecc. Senza comprendere questi termini è estremamente difficile lavorare con un’offerta, valutare le statistiche del traffico o comunicare con i gestori del programma.

Quali abbreviazioni dovresti imparare prima di guidare il traffico per fare soldi? Scopriamo in pratica i termini principali.

Cos’è il CPC?

Il termine CPC (costo per clic) è abbastanza semplice da capire: significa costo per clic. Questa è la quantità di denaro addebitata per ogni clic di un utente su un banner o una pubblicità. CPC consente di valutare l’efficienza di una campagna pubblicitaria, in particolare capire il tasso di conversione e adeguare le offerte.

Questo indice è calcolato con la seguente formula:

CPC = Spese pubblicitarie / Il numero di visite al sito web.

Questo indice è influenzato da una varietà di fattori: a partire da un annuncio o un banner e termina con la qualità di una landing page.

Esiste anche un termine rete CPC. Si tratta di sistemi diversi che offrono agli inserzionisti e ai webmaster una partnership per il modello Cost Per Click.

Significato dell’abbreviazione CPM
CPM (Cost Per Mille) è un indice quantitativo che riflette il costo di mostrare annunci pubblicitari a 1 000 utenti. Cioè, questa è una somma di denaro per 1 000 impressioni pubblicitarie.

Questo termine deriva dall’industria della pubblicità su stampa e media. Oggi è estremamente importante quando si pianifica una campagna e si definisce l’efficacia di una piattaforma pubblicitaria.

Questo indice è calcolato con una formula molto semplice:

CPM = Costo del posizionamento pubblicitario / Volume del pubblico di destinazione * 1000.

Cioè, se un proprietario di un sito web richiede 2000 rubli al giorno per posizionare un banner, ma può garantire solo 10000 impressioni pubblicitarie, allora CPM è uguale a 200 rubli.

Il termine EPC

Ora scopriamo cosa significa l’abbreviazione EPC . L’abbreviazione sta per guadagni per clic , ovvero un indicatore del reddito medio per clic. Questo indicatore è molto importante per lavorare con le reti CPA, in quanto consente di scoprire il livello di reddito. La caratteristica dell’EPC è che il termine prende in considerazione solo i ricavi, ma non tiene conto delle spese, quindi sarà necessario considerare entrambi gli indicatori per calcolare il profitto totale.

Le entrate per clic sono calcolate con una formula speciale:

EPC = Entrate / Clic.

L’EPC viene spesso considerato quando si sceglie un’offerta o si valuta l’efficienza dell’arbitraggio sul traffico. Nel primo caso, è necessario indirizzare un po ‘di traffico verso l’offerta per poter valutare l’EPC e il costo per clic. Se il costo per clic è superiore alle entrate per clic, l’offerta è in perdita e non dovresti scegliere quell’offerta. Nel secondo caso, è necessario calcolare i guadagni medi da un clic e confrontarli con il valore medio dell’intero programma di affiliazione. Se l’EPC è inferiore al valore medio, dovresti cercare le nuove fonti di traffico o regolare nuovamente la campagna pubblicitaria.

Significato dell’abbreviazione CR

Passiamo al termine successivo, CR (tasso di conversione) . Viene utilizzato per indicare il tasso di conversione di un’offerta. L’indice viene calcolato in percentuale e consente di determinare quante conversioni sono state effettuate da 1000 persone. Non confondere in alcun modo questo termine con il CTR (percentuale di clic)!

Per calcolare l’indice, viene utilizzata la seguente formula:

CR = Conteggio totale visitatori / Conteggio conversioni * 100%.

Quando viene utilizzato il termine CPO

CPO o Costo per ordine è il costo di un acquisto. Questo termine indica l’efficacia di una campagna pubblicitaria ed è caratterizzato da un rapporto tra spese e numero di acquisti.

Questo indice è calcolato con la seguente formula:

CPO = Spese pubblicitarie / Il numero di beni venduti.

Di conseguenza, puoi capire la redditività della pubblicità: se le spese pubblicitarie superano il valore medio dell’ordine, la tua campagna è inefficiente e devi riconsiderarla.

Cosa significa CPL?

Le reti CPA spesso propongono offerte CPL (acronimo di Cost Per Lead ) ai webmaster. La differenza principale è che un webmaster è pagato per lead mentre nelle offerte CPA sono quasi sempre pagati per ordini o servizi riscattati. In CPL, è sufficiente ottenere qualsiasi informazione sull’utente: numero di telefono, indirizzo e-mail, ecc. Ciò è necessario per un inserzionista per creare un database che verrà utilizzato per il marketing telefonico e le e-mail.

Le reti CPL sono spesso utilizzate dagli affiliati principianti in quanto consentono di acquisire più traffico e il processo è molto più semplice. Normalmente, le scommesse, gli appuntamenti e le offerte per adulti funzionano con questo modello.

Ci sono certamente più termini nel marketing di affiliazione, ma per cominciare, sarà sufficiente capire queste abbreviazioni.

, , , , , , , ,